8 set 2015

L'essenza del mattino



Il caffè è la bevanda più bevuta, ovviamente insieme al vino, in Italia. Un viaggiatore che non conosce bene le regole e verità della caffeina, spesso alzerà sorpreso le sopracciglie, guardando con attenzione una piccolissima tazza di un caffè ristretto denso come il catrame, oppure cercando una traccia di caffè in una tazza di latte. "I misteri di caffè" suonano un po' divertente, vero? E' veramente importante quando mi ordino il mio preferito cappuccino? Ecco.. sì. E in questo modo entriamo  nella zona dei foux pas comuni e vissuti sulla propria pelle.


C come il cappuccino

Un pochino di caffé e un latte schiumoso, ovvero un duetto chiuso in un cappuccino servito per la colazione. Siccome la colazione italiana di solito è leggera e dolce, il cappuccino è un'incoronazione ideale di questo pasto leggero (anche se il più importante durante la giornata!).
"Per me un cappucino", ho detto. Il signore dietro il bancone ha sorriso, dopo di ché si è messo a realizzare il nostro ordine. Non ho fatto caso troppo alla sua reazione, ma una collega che allora c'era con me, mi ha segnalato che avrei dovuto farlo.

"E' già dopo le 12. Gli italiani bevono il cappuccino solo per la colazione", ha detto.
Ho riflettuto, guardandomi intorno se per caso tutte le persone presenti nel bar non mi stavano fissando. Non lo facevano.
"Però, il mio ordine è stato effettuato, quindi possiamo dire che non è successo niente", ho sorrido, prendendo la tazza del mio cappuccino che mi è stato appena servito.
Allora? Per cosa tutta questa confusione? E chiaro che se hai voglia di berti un cappucino alle 14, nessuno rifiuterà di fartelo. Però per gli italiani è una bevanda bevuta piuttosto per la colazione e durante la mattina, visto che "come puoi, dopo il pranzo, berti tutto questo latte?".
C come il caffè macchiato

Dunque, cosa fare se per forza non vogliamo fare nessun foux pas, siamo al pieno pomeriggio e l'espresso e per noi troppo..forte? Un'alternativa può risultare il caffè macchiato, ovvero un espresso con una piccola aggiunta di latte, sempre servito in una piccola tazza.

E come l'espresso

Vale la pena ricordare che in Italia il termine “espresso” corrisponde ad un semplice caffè (il che ho già menzionato qui), il che vuol dire che mentre stiamo in un ristorante, bar o in una caffetteria e diciamo al cameriere un semplice "caffè", quello ci porterà una piccola tazza ripiena a metà con un denso espresso. Finora mi ricordo quanto sono rimasta sorpresa quando anni fa, durante la mia prima visita nel Bel Paese, quando in risposta all'ordine "caffé" di mia Mamma, il cameriere le ha portato l'espresso. "Mamma... ma tu non dovevi prenderti un caffè?"

Può sembrare che le vene degli italiani riempite sono non di sangue ma di espresso, siccome senza una piccola smorfia si bevono quella enorme forza di caffeina concentrata in questa piccola dose di caffè, dopo di ché mettono apposto la giacca e corrono al lavoro. Per tutti coloro che, come me, tutta la vita ha bevuto solamente il caffè latte, l'espesso è un incontro con un guru di caffeina che ti fa aprire gli occhi e permette di renderti conto che tutto quello che finora ritenevamo un vero e proprio aroma di caffè, è stata una semplice illusione. Inoltre, l'espresso è anche un tipi di caffè "universale", cioè lo si può bere sempre e dappertutto, senza preoccuparsi di "fare una brutta figura".

Se ancora però non siamo abbastanza svegli e l'espresso è sempre poco, ci ordiniamo un caffè ristretto, ovvero il diavolo in miniatura. Il caffè ristretto non è altro che un doppio espresso fatto con una quantità d'acqua minore. La densità di questo tipo di caffè assomiglia a uno sciolto e caldo cioccolato fondente che lascia dei segni scuri sui lati della tazza se decidiamo di piegarla.

Però, se abbiamo voglia di un semplice caffè e l'espresso ci sembra troppo forte, sempre possiamo ordinare un caffè americano oppure un caffè lungo, ovvero un espresso con un'aggiunta di acqua. 

Una variazione estiva di espresso può essere il caffè affogato, ovvero un espresso con una pallina di gelato oppure un caffè shakerato ovvero un espresso con un'aggiunta di liquore alla vaniglia mixato con dei cubetti di ghiaccio.

L come il latte (macchiato)

Il latte macchiato è una buona soluzione per coloro a cui non gli piace né il caffé, né il latte caldo bevuti separatamente. Prima in un bicchiere alto viene servito un latte caldo a cui viene aggiunto il caffè in quantità corrispondente a quella di espresso. A volte in alcuni bar il latte macchiato viene servito in modo che il caffè viene servito separatamente in un vasetto da cui è possibile versare nel latte la nostra quantità preferita del caffè.

Quando ordiniamo un latte macchiato, meglio non usare delle sigle tipo "latte", visto che il cameriere, sentendo dire la parola "latte" ci porterà una tazza di... latte (prima chiedendoci se lo vogliamo caldo o freddo).

Allora, se in tutta questa varietà di tipi di latte e caffè è possibile trovare un semplice caffè con il latte? Certo, ecco il semplice caffè latte. Questa bevanda viene servita o nelle tazze larghe oppure nei bicchieri alti, simili come quelli per il latte macchiato. Si può dire che il caffè latte è un tipo di caffè che sta tra il cappuccino ed il latte macchiato, cioè un tipo di caffè spesso scelto da tutti quelli che amano il caffè con latte polacco.

I summenzionati tipi di caffè sono quelli più diffusi e più bevuti in Italia. 
Però, esiste una larga gamma di altri caffè ancora, a volte molto fantasiosi (con il zenzero o con il pepe). Ecco, l'elenco di essi. Qual'è il Vostro preferito? :) 


Fonte

Nessun commento:

Posta un commento