14 gen 2018

"Quanti scalini ci sono?", ovvero il palmeto di Preveli



Quando nel tardo pomeriggio arriviamo in un parcheggio affollato, ormai comincio a sentire la stanchezza dopo una lunga giornata. Però arrivare a Preveli e non vedere il famoso palmeto cretese?Un'immagine idilliaca del remoto palmeto nascosto in un burrone pittoresco ai piedi di cui scorre il fiume Megalopotamos serpeggiante sembra chiamarci timidamente e guidarci verso le braccia del mare aperto attraverso una terra screpolata della scarpata.

18 nov 2017

Centro storico della Canea: luogo d'incontro delle culture



Il centro storico della Canea, assomigliava un grande mercato del mondo. In questa città greca, nel porto veneziano, nelle vicinanze della vecchia moschea costruita dai turchi passavano migliaia di persone di diverse nazionalità, religioni e carnagione. La scena era dominata da un rumore piacevole delle conversazioni, accompagnato da quello delle onde e dalla melodia della fisarmonica suonata da un ragazzino seduto sul marciapiede. Era difficile immaginarsi che i pescatori seduti alla riva non sarebbero tornati a casa a mani vuote. Magari anche i pesci si erano ormai abituati a questo chiasso?

18 ott 2017

La memoria della terra. Cimitero minoico di Armeni.



La decisione l'abbiamo presa immediatamente. Mentre eravamo in viaggio verso Plakias, A. alza la mano ed indicando qualcosa con un dito, grida: " Il cimitero minoico a destra! Volete vederlo?". "Certo che vogliamo!", rispondo  incuriosita. In attimo dopo ci ritroviamo già in un piccolo parcheggio. La polvere del terreno si alza improvvisamente per girare intorno alle ruota della macchina e poi cadere di nuovo assonnata. Poco dopo sentiamo un suono dello sbattere. Un inglese che stava lasciando il parcheggio, ha battuto il nostro paraurti.
A. si avvicuna, guarda e agita la mano in segno di non pensarci più. "Vada, vada, non è niente!", dice A. all'uomo inglese e lui, probabilmente sentendo un sollievo, ci fa un saluto e se ne va. 
A. ci guarda e chiude con la battuta: "Insomma, il paraurti servono ad essere urtati."