30 dic 2015

Essenza d'Italia: il Capodanno all'italiana

Fonte

"La festa del capodanno viene organizzata lì", dice un nostro amico, indicandoci un edificio bianco di forma allungata che assomiglia un po' ad un magazzino e le cui pareti sembrano ondeggiare. Allora mi chiedo se esso sia davvero fatto di mattoni. L'amica accanto me si mette a ridacchiare, facendosi probabilmente le stesse domande mie. E va bene, evviva l'avventura, sono contenta. In realtà, come poi viene fuori, l'edificio di una natura incerta risulta un luogo caldo ed accogliente, dove dei tavoli lunghi sono messi parallellamente come ad un matrimonio. Piatti e stoviglie quasi volano davanti ai miei occhi, e delle bottiglie di vino vuote vengono subito sostituite con quelle piene. Quando finiamo di mangiare, arriva quasi la mezzanotte e tutti, come ad un ordine, si alzano dai tavoli. Abbracciamo degli zii e cugini di qualcuno, dei vicini di casa accanto che vediamo per la prima volta, augurandogli del meglio.   E mentre noi, in polacco, ci facciamo degli auguri lunghissimi, degli italiani sorridenti gettano solamente un gioioso "auguri!" e "buon anno!" che sembrano volare sopra le nostre teste, provocando un dolce tremare dell'aria e facendo l'eco su tutta la lunghezza dello stivale italiano. 


21 dic 2015

Il parmigiano e le altre cose piacevoli, ovvero una guida sui formaggi italiani

Fonte
Il mio amore per la cucina italiana non è iniziato con una fresca ed aromatica ammirazione per i pomodori ed il basilico ma in modo un po' "maleodorante" con l'amore per i formaggi italiani. Poche ci sarebbero le persone che non sapessero rispondere alla domanda cosa sono il parmigiano, la ricotta ed il mascarpone. Ma la verità è che quei tre tipi più riconoscibili dei formaggi italiani, sono solamente la punta di un grande iceberg. In Italia, ogni regione è famosa per i formaggi là prodotti a cui è difficile resistere ed i quali sono ormai diventati riconoscibili in tutto il mondo, compresi i tavoli polacchi. Il numero degli amanti di formaggi italiani ancora aumenta, io sono ormai riuscita a gustarli in diverse situazioni e forme, dunque non sarebbe male parlarne un po' di più, presentandovi un piccolo elenco dei formaggi italiani più noti.

08 dic 2015

Alla bolognese, ovvero come?

Il cocomero alla bolognese, ovvero le curiosità sulla cucina bolognese

Stavamo andando in macchina. A quel tempo abitavamo in periferia di Bologna, zona spesso dimenticata anche dal trasporto pubblico, soprattutto di sera. Dunque venivaamo accompagnate da un collega che, visto che allora Bologna stessa sia la regione dell'Emilia-Romagna erano per noi completamente sconosciute, ci raccontava della cucina locale:
"La cucina bolognese è abbastanza grassa", disse, e mi chiesi se i piatti locali sono in grado di superare perfino il gulasz polacco, "Io, per esempio, so preparare gli ottimi tortellini in brodo", aggiunse, drizzandosi orgogliosamente e guardandoci nello specchio .

01 dic 2015

Baci da Siena


Sfrecciamo così attraverso un paesaggio arancione-verde della Toscana, dei lunghi campi sembrano allungarsi dopo di che spariscono dietro di noi, quando ogni tanto mi giro a darli un ultimo sguardo. Alla radio Gianna Nannini canta "ti voglio tanto bene", confessandoci un affetto, noi invece, indifferenti, seguiamo dei campi larghi fuori il finestrino. Qui, in campagna, i paesaggi sognati della Toscana assumono una forma reale. Gli alti cipressi slanciati danno un carattere spensieroso a quella strada stretta, accanto alla quale due capre pascolano e nella fattoria vicina passeggia un grande gallo orgoglioso, il cui canto mi sveglia ogni mattina poco dopo l'alba. Un cielo grigio e nuvoloso ci avvolge con un'atmosfera pesante e nostalgica, dunque tutti preferiamo stare in silenzio a guardare i singoli villaggi passare, invece di impegnarci in una vivace discussione. Una densa nebbia di riflessioni si scoglie quando entriamo in autostrada. Prima, rimbalziamo un po' su alcune irregolarità, e poi entriamo in un traffico fluido, veloce e regolare su un asfalto perfettamente piano. Come se improvvisamente svegliati da un sonno profondo, ci guardiamo l'un l'altro ed il nostro automobilista se per caso anche lui non sia caduto in quello stato di un piacevole rilasso. Alessia si gira dal sedile posteriore e ci offre le praline. "Siete mai state a Siena? ", ci chiede.