20 mar 2015

I topi veneziani e gli stivali




Pioggia. Quando arriva, anche se prevista due giorni prima, sembra sorprendere tutti, soprattutto i turisti, ai quali bagna la gita. I tuoni fanno spaventare da lontano, sebbene dai suoi ruggiti smorzati si possa dedurre che non si stanno avvicinando verso di noi. L’acqua scorre lungo le calli, i quali, dato che sono strette, sembrano riempirsi di essa. Tutta la città pare essere una nave affondata dall’alto che, stranamente, non si dondola ma sguazza. Ed io, nascosta sotto l’ombrello, fisso la riva e sento strana eccitazione, pensando cosa succederebbe se tutta l’acqua del marciapiede veramente si uguagliasse con quella dei canali.

10 mar 2015

Bologna (non) banale


Cosa c’è di bello a Bologna? Una volta ho sentito dire che sembra medievale. Beh, un tratto caratteristico delle vecchie città, e in un certo senso un loro vantaggio, è che ricordano i tempi lontani ed oscuri, in cui possiamo specchiarci, dando un’occhiata negli angoli bui. Bologna non è romantica, né alla moda, ed a prima vista non ci fa pensare a niente di particolare. Sembra più carina in pieno sole, durante le tranquille passeggiate e secondo alcuni anche di notte prima delle feste natalizie.