01 ago 2017

Street food bolognese



Quando per la prima volta arrivai a Bologna, il benvenuto in città mi diede un grande, colorato poster pubblicitario collocato nelle vicinanze di una rotonda. E da questo poster seppi di trovarmi nella città delle patate. Bologna, città della patate, diceva la pubblicità e sotto la scritta ballavano delle patate ridenti con gli occhiali da sole. 
Come venne fuori, la pubblicità riguardava il festival (sì!) Patata in Bo, il cui scopo era quello di mostrare le patate come un prezioso contorno di molti piatti invece di un alimento "povero". Tra tante varianti di utilizzo di patate proposti da ristoratori locali, non poteva mancare ovviamente lo street food! E certo, le patatine fritte. 
E scagli la prima pietra chi ha sempre saputo resistere alla tentazione di saziare la fame con un cibo "veloce" di strada. In questo modo arrivo all'argomento che ho intenzione di toccare in questo post: cos'altro oltre le patatine fritte e la pizza al taglio si può mangiare "per strada" a Bologna? Quali sono i cibi "fast" più famosi?

08 lug 2017

Visitare Bologna gratis



State per partire per Bologna e vi state chiedendo cosa, oltre ad un bellissimo centro storico ed ai carinissimi parchi potete visitare senza spendere dei soldi inutili? Ho preparato per voi un elenco speciale delle attrazioni gratuite! Andate e godetevi Bologna (gratis)!

14 giu 2017

Essenza d'Italia: Italia mia, ti posso sopportare o no?



Questo articolo fa parte del progetto estivo del Club Polacche all'estero

Può essere difficile da immaginare, però quando per la prima volta sono andata in Italia non avevo nessun'idea di come potrà essere questo paese. Sì, la pizza, il sole e la gente un po' diversa da quella che conoscevo. Infatti si diceva che gli italiani fossero dei donaioli, che fosse impossibile parlare con loro d'affari, che in Italia tutte le macchine fossero guastate visto che a nessuno importa come bisogna parcheggiare, che ogni giorno gl italiani mangiassero gli spaghetti con la salsa di pomodoro o la pizza e la loro parola preferita fosse "bella". Tuttavia, a causa del fatto che non mi piace per niente mettere la gente in uno schema, ho preso conoscenza degli stereotipi però nello stesso tempo ho deciso di valutare da sola come realmente stanno le cose. E dunque, come stanno? Cosa posso dire dopo 11 anni vissuti con l'amore per il Bel Paese e dopo 3 anni passati, vivendoci? Come sono gli italiani? Com'è l'Italia? Beh ... non lo so! Non lo so, perché non esiste una parola precisa per determinare o descrivere questo paese così vario e le persone così straordinarie che ci vivono. L'Italia è una vasta gamma di colori, odori, sapori, sensazioni, parole e gesti! L'Italia è uno stato d'animo, è un odore dell'aria. Descrivere l'Italia è come cercare di descrivere l'amore. Ognuno lo prova in modo diverso.

16 mag 2017

Granada è musica


Il melograno: un frutto con la corona regale, simbolo di fertilità, che ci guarda inserito nell'architettura urbana e dondola divertentemente sui rami forti nei giardini di Alhambra. Il melograno è diventato non solo un simbolo, ma probabilmente anche l'ispirazione per il nome della città: Granada, il cui fascino regale, infatti, è impossibile non notarlo.

22 apr 2017

Andiamo al sud! Ovvero le idee per una gita primaverile al Mar Mediterraneo

Fonte

I romani lo chiamavano il "Mare Nostrum", i greci il mare in mezzo alle terre, invece i turchi: "il Mar Bianco". Una moltitudine di nomi del Mar Mediterraneo corrisponde alla diversità delle culture, formate sulle sue coste. Le culture, la cui storia affascina fino ad oggi, attirano delle folle di turisti e viaggiatori in cerca del sole e dei sussuri tranquilli del passato.
Per tutti coloro che vogliono con uno zaino sulle spalle o con una valigia a ruote partire verso il Mare Nostrum, ho preparato un elenco di idee per trascorrere un fine settimana primaverile in alcuni paesi del Mediterraneo: Croazia, Spagna, Turchia, Grecia, Italia e Malta. Questa miniera di idee, la quale troverete sotto, è stata creata con un sostegno dei miei amici blogger che vivono oppure conoscono i paesi summenzionati come le proprie tasche. Ho chiesto a loro di consigliare i posti perfetti da visitare durante una gita primaverile. Siete pronti? Si parte!

20 mar 2017

Visitare Malaga gratis



Il visitare deve essere costoso? Certo che no!  Se pianifichiamo bene il nostro viaggio, può risultare che la maggior parte di monumenti e dei posti della nostra lista "must see" li possiamo visitare completamente gratis. Vi avevo già scritto sulle attrazioni gratuite di Venezia e di Barcellona, ora è arrivato il momento di scrivere due parole su Malaga. Siete curiosi cosa potete visitare gratis in questa splendida città? Ecco l'elenco delle attrazioni gratuite di Malaga!

24 feb 2017

Cosa mangiare in Sicilia?

© Nino Malambrì


Sicilia, isola soleggiata, di color miele, una delle regioni autonome d'Italia, terra di tramonti eccezionali, delle belle spiagge e ricca di storia, il cui respiro caldo ancora oggigiorno si fa sentire sulle spalle.   Non è un segreto che l'Italia è un paese associato soprattutto con una cucina, e ogni regione italiana è famosa per i suoi piatti caratteristici solo ad essa.  La Sicilia è un'isola di sapori dolci e salati, ed ecco un elenco di piatti assolutamente da provare durante un Vostro soggiorno in Sicilia: 

09 feb 2017

A Malaga ci sono le meraviglie!



Malaga è divisa in strati. La prima: le periferie tristi circondate da Montes de Málaga (i Monti di Málaga), la seconda: le zone interessanti dei viali ed alla fine: un meraviglioso centro storico. La Calle Marqués de Larios è subito diventata la nostra strada preferita. Essa era coperta su tutta la lunghezza con una gigante carta pubblicitaria della birra San Miguel come con un grande baldacchino che ci proteggeva dal sole. 

18 gen 2017

Calabria sconosciuta: Corigliano Calabro




Sul Ponte Canale entro con le gambe leggermente traballanti. Cammino però decisa, cercando di dimenticare di soffrire di vertigini. Il Ponte, una volta svolgeva il ruolo di acquedotto che trasportava l'acqua alle piazze principali della città: Giudecca, Fondaco e Muro Rotto. Mi fermo in mezzo del ponte e mi trovo esattamente alla metà della serpeggiante via Roma. Davanti a me si estende una vista panoramica e vedo una sottile linea dell'orizzonte dove il mare incontra il cielo dello stesso colore. Prima però, davanti a me si estente un campo ondulato di tetti di color rame dei vecchi palazzi e delle case, tra cui, sporgono di fuori dei camini storti di pietra. Mi giro lentamente.  Dall'alto, dalla collina mi osservano le facciate dei palazzi che sembrano sorvegliare il castello situato sulla collina.